In Evidenza, News|

Con circolare n. 9 del 29 luglio 2021, il Comitato Nazionale, in applicazione delle ultime disposizioni legislative sulla proroga di validità degli atti amministrativi (art. 3-bis della legge 159/2020 di conversione del decreto legge 125/2020) ha stabilito che tutte le iscrizioni all’albo nazionale dei gestori ambientali “in scadenza nell’arco temporale compreso tra il 30 gennaio 2020 ed il 31 dicembre 2021 conservano la loro validità fino al 31 marzo 2022; ferma restando l’efficacia dei rinnovi deliberati nel periodo suddetto”.
Pertanto tutte le imprese di trasporto rifiuti, iscritte all’albo con provvedimenti d’iscrizione aventi scadenza tra il 30 gennaio dello scorso anno ed il prossimo 31 dicembre 2021, vedranno prorogate di validità dette iscrizioni sino al novantesimo giorno successivo alla cessazione dello stato di emergenza (attualmente fissato al 31 dicembre prossimo), cioè fino al 31 marzo 2022.
“Resta inteso” – aggiunte la circolare del Comitato Nazionale – “che per il legittimo esercizio dell’attività oggetto dell’iscrizione l’impresa deve:
a) rispettare le condizioni ed essere in possesso di tutti i requisiti previsti; l’accertata inosservanza può dare luogo all’apertura di procedimenti disciplinari e alle relative sanzioni;
b) prestare, per i casi previsti (iscrizione nelle categorie 1, relativamente alla raccolta e trasporto dei rifiuti urbani pericolosi, 5, 8 , 9 e 10), apposita fidejussione, o appendice alla fidejussione già prestata, a copertura del periodo intercorrente dalla data di scadenza dell’iscrizione a quella del 31 marzo 2022;
c) comunicare la variazione dell’iscrizione.”
Si riporta la circolare n. 9 de 29 luglio 2021 che dispone il rinvio e sottolinea che ciascuna impresa iscritta all’albo può verificare la scadenza della sua iscrizione all’interno della propria area riservata sul sito www.albonazionalegestoriambientali.it

Close Search Window