In Evidenza, News|

Informiamo che nella giornata odierna (17 Novembre) si è tenuto un incontro tra le associazioni dell’autotrasporto con il Viceministro MIMS Teresa Bellanova, dove è stato fatto il punto della situazione sulle principali problematiche di interesse per l’autotrasporto.

In sintesi, le principali risposte fornite dal Viceministro sono le seguenti:

  • Risorse per il settore. Per il prossimo triennio (2022/2024) è stato assicurato il mantenimento della ripartizione dei fondi strutturali del settore (240 mln), nelle voci previste dall’ultimo decreto ministeriale di riparto (investimenti, pedaggi, spese non documentate, formazione). Il nuovo decreto di riparto è alla firma del Ministro, per cui l’emanazione avverrà a breve.
  • Caro carburanti e ripubblicazione dei costi minimi del settore. Il coordinamento Unatras ha evidenziato le difficoltà crescenti che stanno incontrando le imprese di autotrasporto a seguito dell’impennata del costo dei carburanti (non solo il gasolio, ma anche l’LNG), e delle difficoltà di reperire sul mercato l’ADBLUE che, peraltro, ha registrato anch’esso un’impennata del prezzo. Tenuto conto che la causa principale alla base di questi aumenti è legata a dinamiche nei mercati internazionali, un valido aiuto per tentare di arginarli può giungere dalla ripubblicazione dei costi minimi del settore. A questo proposito il Viceministro ha fornito ampie rassicurazioni, affermando che la tematica è allo studio degli uffici ministeriali preposti e che, anche in questo caso, a breve ci saranno novità.
  • Apertura del Tavolo delle regole. Verrà avviato un tavolo per discutere degli adeguamenti della normativa del settore, inclusi quelli resi necessari dalla imminente entrata in vigore – dal 22 febbraio 2022 – del Regolamento U.E 1055/2020 sull’accesso alla professione.
  • Apertura di un Tavolo per affrontare la materia della carenza di autisti, e per dare attuazione agli incentivi per la patente previsti dal decreto “trasporti”. Scopo del tavolo, al quale parteciperanno anche rappresentanti del Ministero dell’Istruzione, sarà anche quello di studiare dei percorsi per avvicinare i giovani delle scuole superiori alla professione di autista.
  • Marebonus e Ferrobonus. Ferma restando la centralità – anche per il Governo – delle due misure per incentivare l’intermodalità, è stato chiesto di inserire nei decreti di prossima attuazione, dei meccanismi che permettano di far arrivare l’incentivo direttamente all’impresa di autotrasporto, senza l’intermediazione di altri soggetti.

Si fa riserva di tornare sulle questioni sopra descritte in presenza di novità.

Close Search Window