Viabilità – individuazione dei sottopassi e sovrappassi per i quali gli obblighi di manutenzione sono stati trasferiti ad Anas e agli altri concessionari autostradali.

Informiamo che il MIMS ha dato notizia della firma, da parte del Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili – Enrico Giovannini -, del decreto che individua gli attraversamenti tra le strade statali e quelle di Regioni, Province e Comuni, per i quali gli obblighi di manutenzione sono stati trasferiti ad Anas e agli altri concessionari autostradali.

Il decreto è stato adottato in attuazione dell’art.1, comma 1 bis, del d.l 121/2021 (convertito con legge 156 del 9. 11. u.s) che, in relazione agli attraversamenti tra le strade di tipo A o di tipo B statali e le strade di classificazione inferiore ai sensi dell’articolo 2 del Codice della strada, demanda ad apposito decreto del Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili l’approvazione dell’elenco delle strutture delle opere d’arte dei sottopassi e sovrappassi, comprese le barriere di sicurezza nei sovrappassi, con l’indicazione dei relativi enti titolari, ai sensi e per gli effetti dei commi 1-bis e 1-ter dell’articolo 25 del cds.

Il provvedimento elenca i sottopassi e sovrappassi, comprese le barriere di sicurezza nei sovrappassi, specificandone le competenze in termini di manutenzione, attuando in questo modo una delle riforme previste nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr). All’interno di questo Piano, infatti, l’Italia si è assunta l’obbligo definire i rapporti tra i proprietari dei sottopassi e sovrappassi di fronte alla Commissione europea al fine di garantire un più adeguato sistema di manutenzione per queste infrastrutture per migliorarne la sicurezza.

Il testo del decreto MIMS (completo dell’elenco delle opere interessate dal trasferimento degli obblighi manutentivi) è disponibile qui: https://www.mit.gov.it/nfsmitgov/files/media/notizia/2021- 12/Decreto_Sottopassi_Sovrappassi.pdf

PAGAMENTO QUOTA ALBO 2023

Per chi non avesse ancora aderito ricordiamo che la nostra associazione offre il servizio di pagamento della quota Albo.

Gli importi della quota sono stati mantenuti identici a quelle dello scorso anno, con la novità che da quest’anno il pagamento va effettuato attraverso la piattaforma pagoPA

Qualora le imprese siano interessate, e solo qualora non l’abbiano già fatto, dovranno far pervenire entro e non oltre mercoledì 30 novembre la richiesta tramite il form al link

VAI AL SERVIZIO