In Evidenza, News|

“Importante segnale di apertura della vice ministro Bellanova” afferma il segretario generale FAI Carlotta Caponi “Prendiamo atto della centralità delle tematiche del nostro settore, nell’agenda del vice ministro: consideriamo positivamente lo stanziamento di ulteriori 80 milioni per il settore, unitamente al dialogo per la definizione del “tavolo delle regole”.

”Il Tavolo Regole dell’autotrasporto sarà permanente e si chiuderà solo con soluzioni formalizzate e soddisfacenti per tutti. A partire, è un punto non aggirabile, dall’esigibilità della clausola gasolio sia nei contratti scritti che orali da inserire in un nuovo Decreto in cui ricondurre regole di settore finalizzate a favorire corretti rapporti di filiera”. Così la Presidente di Italia Viva Teresa Bellanova, Viceministra alle Infrastrutture e Mobilità sostenibili, nel suo podcast ”Lingua Franca” in onda oggi pomeriggio alle 16 su Radio Leopolda, la radio ufficiale di Italia Viva. ”La pandemia – afferma Bellanova – ci consegna un’esperienza che dobbiamo essere capaci di tenere a mente sempre: l’interdipendenza di tutti i segmenti e il ruolo nevralgico della logistica e dell’autotrasporto che proprio in quei drammatici mesi è emerso con chiarezza indiscutibile. E’ anche grazie a questo settore, a queste aziende, a questi lavoratori, se in quei mesi sono state garantite al Paese normalità e coesione sociale, ed è la ragione per cui non ho esitato a definire quello che l’autotrasporto effettua un servizio di prima necessità. Allo stesso tempo proprio negli ultimi anni sono emerse con chiarezza fragilità e gap che hanno impedito e impediscono all’intero settore di reagire nello stesso modo alle difficoltà e anche alla sfida della transizione ecologica e della digitalizzazione. Per questo è necessario lavorare tutti nella stessa direzione e con gli stessi obiettivi se vogliamo veramente sostenere il settore nelle sfide che ha davanti. E questo significa anche contrastare la concorrenza sleale e le sacche di informalità e illegalità che rischiano di offuscarne l’immagine avvelenando i rapporti di filiera”. ”E’ quello che ho sottolineato proprio nel corso degli incontri che abbiamo convocato per affrontare e costruire le soluzioni alle difficoltà dovute al caro carburante ma anche per dire con chiarezza come sia inaccettabile ogni forma di violenza, intimidazione, minaccia che pure in questi giorni c’è stata”, conclude Bellanova. (Fonte: Adnkronos)

Close Search Window