In Evidenza|

L’Inail ha reso noto che, a seguito della recente proroga dello stato di emergenza fino al 30 giugno p.v., sono state
differite fino alla stessa data le disposizioni in materia di Sorveglianza sanitaria eccezionale.
L’attività di sorveglianza sanitaria eccezionale si sostanzia in una visita medica sui lavoratori inquadrabili come “fragili”
ovvero sui lavoratori che, per condizioni derivanti da immunodeficienze da malattie croniche, da patologie oncologiche
con immunodepressione anche correlata a terapie salvavita in corso o da più co-morbilità, valutate anche in relazione
dell’età, ritengano di rientrare in tale condizione di fragilità.

Close Search Window